[FILM] Il Divo

Go down

[FILM] Il Divo Empty [FILM] Il Divo

Post by Shelby on Sun 08 Jun 2008, 17:35

Non ho ancora visto questo film, ma spero di andarci al più presto, intanto apro il topic per quando potrò postare le mie impressioni e segnalo questo articolo (fonte: Peace Reporter)

Il Divo

Italia - 06.6.2008
Il Divo
Cronaca della prima nazionale del film di Sorrentino sul senatore Giulio Andreotti

scritto per noi da
Gianluca Ursini

Prima nazionale de “Il Divo” di Paolo Sorrentino, ovvero “La straordinaria vita di Giulio Andreotti” al cinema Barberini. Meno di un chilometro dal Palazzo di Montecitorio dove Andreotti per la prima volta si sedette da deputato nazionale nel 1948; una carriera che lo ha visto sette volte presidente del Consiglio, piu di 30 volte ministro, con il primo incarico come sottosegretario di Governo nel 1946. Uno ieratico Eugenio Scalfari, che porta la sua sacerdotale barba bianca in giro per piazza Barberini appoggiato ad un bastone, esce dal secondo spettacolo visibilmente insoddisfatto. Un incredulo e casuale cronista riesce a strappare due battute al volo al fondatore del quotidiano “La Repubblica”, interpretato nel film da Giulio Boselli; Scalfari riportato nella finzione come fustigatore del senatore Andreotti, accusato dal quotidiano romano di aver ordito quasi tutte le trame oscure dell’Italia anni ’70 e ’80.

Delusione “Servillo (interpreta Andreotti, ndr, ma anche in ‘Gomorra’ di M. Garrone) è il miglior attore d’Italia, Sorrentino un genio con il gusto delle citazione cinematografica d’alto livello, ma io sono deluso dal film: un uomo come il Divo Giulio che non lascia tracce dei suoi dubbi affari, o è innocente o presenta gravi indizi di colpevolezza”, il giudizio lapidario di Scalfari.
Secondo lei il film non lascia pochi dubbi sul fatto che il senatore a vita Giulio Andreotti sia l’occulto mandante o complice degli omicidi più misteriosi degli ultimi 30 anni?
''Viene parecchio lasciato all’immaginazione dello spettatore, in realtà i momenti in cui il protagonista sembra confessarlo potrebbero essere onirici''. Sarà. Forse Scalfari ci è rimasto male perché nella finzione del film è uno dei tanti personaggi illustri che viene tacitato dalla proverbiale ironia ed arguzia del senatore ciociaro.

I Migliori anni della nosta vita La carrellata iniziale in stile Rock, con gli omicidi eccellenti legati nella sceneggiatura da Sorrentino in sequenza (nella filmografia di questo napoletano, a 37 anni “L’uomo in più”, “Le conseguenze dell’amore” e “L’amico di Famiglia”, con un premio a Cannes al terzo tentativo) tracciano la storia italiana nella quale è cresciuta una generazione che non ha mai accettato le spiegazioni ufficiali delle Corti d’Appello e dei media di Stato. “I migliori anni della nostra vita” è la canzone di Renato Zero che accompagna un Andreotti rimuginante, a fianco della moglie, mentre assiste alla propria gogna in tv sul processo per associazione mafiosa di Palermo istruito a suo carico nel 1992. E i Migliori anni della nostra generazione sono stati spesi a rimuginare come questo uomo potesse sempre sfuggire alle accuse che gli venivano mosse.

Misteri d’Italia Accusato di aver consapevolmente lasciato uccidere, da Presidente del consiglio, il suo collega di partito e avversario Aldo Moro, dalla Brigate Rosse nel ’78. Di aver ordito nel gugno ’79 l’omicidio di Mino Pecorelli, direttore di ‘Op’ e in possesso di un ‘Dossier Andreotti’ sui legami tra il Divo Giulio e la Loggia Propaganda2. Circondato di sospetti sulle frequentazioni mafiose del suo luogotenente siciliano, Salvo Lima, ucciso da sicari mafiosi a Palermo nel marzo ’92. Di aver lasciato che i Corleonesi di Totò Riina architettassero la strage di Capaci del maggio 1992 in cui perse la vita il giudice Giovanni Falcone in cui morirono anche la moglie e 4 agenti di scorta. Di essere informato dell’omicidio del banchiere Roberto Calvi, trovato impiccato al ponte dei Frati Neri di Londra il 18 giugno 1982; scappato un anno prima dall’Italia, Calvi era stato arrestato per il fallimento del Banco ambrosiano da lui diretto, nel quale avevano posizioni primarie lo Ior, banco della finanza vaticana diretta da monsignor Paul Marcinkus, grande alleato andreottiano in San Pietro, e il banchiere Michele Sindona da Patti. Sindona era divenuto da autotrasportatore a grande finanziere, in odore di riciclaggio dei soldi della Mafia.
Di sapere che la Mafia aveva voluto chiudere la bocca a Sindona stesso, uccidendo con un caffè al cianuro nel supercarcere di Voghera nel marzo ’86. Su Sindona c’era un mandato d’arresto Usa dal 1979. Riparato in Italia, “(“tutta la mia gratitudine al senatore Andreotti” il suo commento), venne arrestato dopo pochi mesi. Su Sindona si accentravano i sospetti per l’omicidio di Giorgio Ambrosoli, avvocato milanese incaricato di liquidare la Banca Privata Italiana dello stesso banchiere siciliano, fallita nel 1975. Questo istituto aveva prestato soldi sia alla Dc sia al Vaticano, e sulla provenienza di alcuni fondi siciliani stava indagando Ambrosoli quando venne ucciso nel luglio ’79 a Milano.

I destini di Sindona e Calvi e del Cardinale Marcinkus si erano già incrociati a partire dal 1971 quando comprarono azioni della BrittenAnstalt bank, con sede a Nassau, Bahamas. Un Istituto offshore che operava su conti esteri operazioni sotto la supervisione dell’istituo di credito Banca Rasini. Il procuratore della Banca Rasini era Luigi Berlusconi, genitore dell’attuale presidente del Consiglio. Nel consiglio d’amministrazione di questa banca ‘caraibica’ sedeva anche Licio Gelli, gran capo della Loggia Massonica P2, alla quale si iscrissero poi sia Sindona, che Calvi, che l’allora costruttore Silvio Berlusconi. Andreotti (come riportato nella pellicola di Sorrentino) ad una commissione parlamentare d’inchiesta sulla P2 riferì come: “Mi venne presentato Gelli negli anni ’70 come direttore della fabbrica Permaflez di Frosinone. Lo rividi in seguito a un ricevimento dell’Ambasciata Argentina, e pensai “toh, questo signore sembra quello che produceva materassi a Forsinone”. Gelli era un consulente politico della dittatura militare argentina (1977 – 83, 30mila oppositori massacrati), e il Corriere della Sera alla cui direzione sedeva un iscritto della sua Loggia P2 mantenne un atteggiamento acritico verso quel regime militare. Nel processo in quegli anni a seguito della scoperta della Loggia segreta, (quindi proibita delle leggi italiane) il nome di Andreotti non comparve mai negli atti giudiziari.

Assolti Andreotti è stato oggetto di decine di richieste di rinvio a giudizio. Mai accordate dalla apposita commissione del Parlamento italiano, finché negli anni ’90, analizzati dal film, venne concesso il rinvio a giudizio per due casi. Accusato dell’omicidio di Mino Pecorelli, il Divo Giulio venne portato in aula, alla sbarra coi mafiosi Tano Badalamenti e Pippo Calò, su accusa del pentito di mafia Tommaso Buscetta e dei pentiti della Banda della Magliana, Antonio Mancini e Fabiola Moretti. Assolti in primogrado, vennero condannati a 24 anni in appello nel’ottobre 2002 (Andreotti e Badalamenti). Assolti in Cassazione senza rinvio della sentenza al grado precendete nel 2003-
Il processo per mafia di Palermo, istruito dalla Procura di Giancarlo Caselli, vide la sentenza nel settembre 1999. Assoluzione “per non aver commesso il fatto”. Ma, occorre ricordare, assoluzione per decadenza dei termini pur risultando “provata la frequentazione di Andreotti Giulio di ambienti mafiosi fino all’anno 1980”. Nel film Sorrentino riporta come a suo dire vera, la scena a lungo vagheggiata dell’incontro tra Andreotti e il ‘Capo dei Capi’, Totò Riina detto la Belva.

Buona Visione. E in bocca al lupo all’Italia. Se la nostra democrazia ha superato quei “Migliori anni della nostra vita”, non possono spaventarci altri inconvenienti istituzionali e di Governo. Nel film troverete anche gustose carrellate della corrente andreottiana, da Franco Evangelisti, cassiere della banda(assurto alle cronache per la frase “A Frà che te serve?” rivolta ai questuanti dello studio andreottiano), a Paolo Cirino Pomicino, detto ‘o ministro, chirurgo ma dirottato al Bilancio, ora editorialista per’Il Giornale’ a firma Geronimo, a Vittorio Sbardella, giovane fascista entrato nella Dc e nella corrente andreottiana, a fine carriera finanziatore di Comunione e Liberazione, editore del Sabato, settimanale dei Ciellini, per finire con il fascistissimo Giuseppe Ciarrapico, ora deputato della Repubblica nelle file Pdl.
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

[FILM] Il Divo Empty Re: [FILM] Il Divo

Post by Shelby on Sun 08 Jun 2008, 17:39

Ancora una volta: credo siamo davvero senza speranze, una società al totale sbando.

[FILM] Il Divo 786415
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

[FILM] Il Divo Empty Re: [FILM] Il Divo

Post by Wick on Sun 08 Jun 2008, 18:19

Mi sembra che questo articolo parli poco del film, e molto della vicenda Andreotti, invece. C'è poco da commentare, sotto questo punto di vista.

_________________
[FILM] Il Divo Tabujy2

Se voglio ballare mi iscrivo ad un corso di danza.
Wick
Wick
Silvio Berluschino
Silvio Berluschino

Number of posts : 1084
Age : 35
Registration date : 2007-12-09

http://blogdegradabile.net

Back to top Go down

[FILM] Il Divo Empty Re: [FILM] Il Divo

Post by Shelby on Sun 08 Jun 2008, 18:20

beh io l'ho trovato e messo qua, mi pareva un buon spunto di discussione, comunque.
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

[FILM] Il Divo Empty Re: [FILM] Il Divo

Post by Wick on Sun 08 Jun 2008, 18:34

Beh, le mie conoscenze sulla storia andreottiana sono di sicuro inferiori a quelle del giornalista di Peace reporter, quindi non avrei neanche idea di come cominciare a commentare °_°;

_________________
[FILM] Il Divo Tabujy2

Se voglio ballare mi iscrivo ad un corso di danza.
Wick
Wick
Silvio Berluschino
Silvio Berluschino

Number of posts : 1084
Age : 35
Registration date : 2007-12-09

http://blogdegradabile.net

Back to top Go down

[FILM] Il Divo Empty Re: [FILM] Il Divo

Post by Shelby on Sun 08 Jun 2008, 22:11

Non è che si deve avere una conoscenza superiore, solo commentare quello che ci sconvolge, a parere mio insomma. Penso che il film mi lascerà l'amaro in bocca e mi farà indignare, sarà da lì che partirò per parlare di quello che penso, immagino.

Comunque mi rendo conto che i post che faccio io sono fatti su misura per me, insomma era così per dire, se ti va di dire qualcosa sul film, io sono felice di leggerlo.
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

[FILM] Il Divo Empty Re: [FILM] Il Divo

Post by Wick on Sun 08 Jun 2008, 22:47

Uhm, dato che l'articolo non fa che riassumere la storia di quegli anni non capivo come potesse essere uno spunto di riflessione, perché appunto non esprime un giudizio sul film su cui dibattere, ma espone dei fatti :D

Comunque ovviamente il film fa indignare e incazzare e preoccupare, forse più che per Andreotti in sé per l'ambiente politico e per i personaggi che lo caratterizzano. Oddio, non che Andreotti non sia preoccupante, ovviamente, ma il contesto non è da meno, ecco.

Ovviamente, poi, il film è stupendo - dico "ovviamente" perché io adoro Sorrentino e lo seguo da diversi anni - sia dal punto di vista tecnico che, diciamo, "emotivo", e non solo per ciò che racconta (che ci tocca tutti), ma proprio perché è un film dalle trovate geniali, costruito con molta cura e attenzione. Anche se si svuotasse del film tutto il significato che ha, resterebbe insomma una pellicola visivamente e narrativamente stupenda: è cinema di altissimo livello, ed è quasi incredibile che sia italiano! :D

_________________
[FILM] Il Divo Tabujy2

Se voglio ballare mi iscrivo ad un corso di danza.
Wick
Wick
Silvio Berluschino
Silvio Berluschino

Number of posts : 1084
Age : 35
Registration date : 2007-12-09

http://blogdegradabile.net

Back to top Go down

[FILM] Il Divo Empty Re: [FILM] Il Divo

Post by Sponsored content


Sponsored content


Back to top Go down

Back to top


 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum