Sarkozy: pugno duro sul peer to peer

Go down

Sarkozy: pugno duro sul peer to peer Empty Sarkozy: pugno duro sul peer to peer

Post by Ninus on Thu 19 Jun 2008, 09:59

Da Repubblica

La Francia taglia internet ai "pirati"
Sul web i nomi di chi scambia file

ROMA - Un giro di vite destinato a far discutere. Nicolas Sarkozy ha dichiarato guerra al peer to peer, lo scambio illegale di file in rete, e nonostante le raccomandazioni del Parlamento Europeo va avanti per la sua strada. Il governo transalpino ha presentato qualche giorno fa un progetto di legge che prevede il taglio della connessione internet a chi scambia file online illegalmente. Non solo, i nomi dei trasgressori verranno pubblicati in Rete, in una sorta di "cyber-gogna". Per evitare che gli internauti scoperti cambino semplicemente provider e ricomincino con il file sharing.

La norma. Il provvedimento che già sta scatenando polemiche, prevede l'istituzione di una specifica autorità. L'organismo (Hadopi) sarà formato da magistrati e funzionari che decideranno le sanzioni. Chi viene scoperto a scambiare illegalmente opere cinematografiche e musicali, riceverà fino a due lettere di avvertimento da parte del proprio provider. In caso di recidiva l'autorità gli comminerà la sospensione. Il "taglio" della connessione avrà una durata da tre mesi a un anno e potrà essere ridotto, qualora l'internauta accettasse di pagara una multa. Il registro dei "rei" verrà pubblicato online, per evitare che la norma possa essere aggirata cambiando provider.

Le ragioni del governo. Il progetto di legge ha subito richiamato l'attenzione del Parlamento europeo, che qualche mese fa, quando erano trapelate le prime indiscrezioni, aveva chiesto agli Stati dell'Unione di non tagliare la connessione internet ai "pirati" del web. Il governo transalpino non ha ascoltato questa raccomandazione. Anche per l'ostinazione del presidente francese, che ha dichiarato: "Internet non può essere una zona senza leggi". D'accordo con lui, la firmataria del provvedimento, il ministro della Cultura, Christine Albanel, secondo la quale la legge potrà ridurre gli atti di pirateria tra il 70 e l'80%.

Altri Paesi dopo la Francia? Una funzione "pedagogica" più che repressiva secondo il governo. "Il progetto di legge risponde", spiega il ministro "a una situazione di urgenza, il furto di opere penalizza fortemente l'economia del settore culturale". Si tratta comunque, spiega Albanel, di "una norma equilibrata, che sarà accompagnata da un aumento dell'offerta legale". La misura adottata dal governo francese potrebbe essere utilizzata anche da altri paesi. Regno Unito, Svizzera e Belgio stanno studiando provvedimenti simili.
Ninus
Ninus
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 710
Città : natale
Registration date : 2007-12-29

Back to top Go down

Sarkozy: pugno duro sul peer to peer Empty Re: Sarkozy: pugno duro sul peer to peer

Post by ilSignorCarlo on Sun 22 Jun 2008, 14:02

Mah, mi lascia un po' perplesso. Intanto c'è qualche imprecisione, secondo me, anche se non so se sia dovuta a Repubblica o a Sarkozy. Dalle prime righe dell'articolo:

Nicolas Sarkozy ha dichiarato guerra al peer to peer, lo scambio illegale di file in rete...

sembra che "scambio illegale di file in rete" sia la definizione (o traduzione) di peer-to-peer. Non si tiene assolutamente conto del fatto che il peer-to-peer (letteralmente significa "pari a pari", perché indica una rete di computer dove non ci sono differenziazioni gerarchiche, ma ogni nodo della rete è sullo stesso livello degli altri, a differenza dei sistemi client-server) è una tecnologia, neutrale, che può avere applicazioni differenti. Non si può incriminare la tecnologia se viene utilizzata in modo illegale. Sarebbe come voler bandire i videoregistratori perché uno può duplicare i film che noleggia (una volta lo si faceva), o i registratori a cassette, o i masterizzatori. Anche le armi vengono usate illegalmente e conn danni decisamente maggiori a quelli del peer-to-peer.

Premesso questo, mi chiedo se troveranno davvero un modo per differenziare chi ha scaricato un film illegalmente da chi l'ha fatto legalmente, perché, appunto, non tutto il peer-to-peer è illegale e ci sono film che vengono distribuiti anche (o unicamente) in questo modo o se avanzeranno un po' alla cieca senza avere idea di quello che stanno facendo.

Staremo a vedere.

_________________
Qualcuno si è lamentato della mia vecchia firma e, quindi, l'ho sostituita con questa.
ilSignorCarlo
ilSignorCarlo
Silvio Berluschino
Silvio Berluschino

Number of posts : 1417
Age : 38
Registration date : 2007-12-09

http://www.blogdegradabile.net

Back to top Go down

Sarkozy: pugno duro sul peer to peer Empty Re: Sarkozy: pugno duro sul peer to peer

Post by Shelby on Sun 22 Jun 2008, 15:59

Secondo me, il problema dello scambio illegale di file in rete non è davvero il problema più importante da risolvere, inoltre sonos empre scettica riguardo alle linee dure perché non è così che si risolvono i problemi.
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

Sarkozy: pugno duro sul peer to peer Empty Re: Sarkozy: pugno duro sul peer to peer

Post by Sponsored content


Sponsored content


Back to top Go down

Back to top


 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum