Would you like to react to this message? Create an account in a few clicks or log in to continue.

Decreto legge sulla sicurezza.

Go down

Decreto legge sulla sicurezza. Empty Decreto legge sulla sicurezza.

Post by Shelby on Wed 25 Jun 2008, 14:03

Da Micromega:

25 giugno 2008 - Pancho Pardi: Tutti i reati sospesi dal decreto-vergogna

di Pancho Pardi

Oggi in Senato la maggioranza ha approvato il decreto legge sulla sicurezza. Stabilisce che sono sospesi per un anno i processi per reati che prevedano una pena inferiore ai dieci anni, compiuti prima del 2002. L'idea sarebbe che i processi per reati di grave allarme sociale, e più recenti, potranno procedere con maggiore speditezza. Qui sotto un elenco che raduna i reati che vengono considerati di minore allarme sociale .

Sequestro di persona art. 605 c.p.
Estorsione art.629 c.p.
Rapina art.628 c.p.
Furto in appartamento art. 624 bis
Furto con strappo
Associazione per delinquere art. 416 c.p.
Stupro e violenza sessuale art. 609 bis c.p.
Aborto clandestino
Bancarotta fraudolenta
Sfruttamento della prostituzione
Frodi fiscali
Usura
Violenza privata
Falsificazione di documenti pubblici
Detenzione di documenti falsi validi per l'espatrio
Corruzione
Corruzione in atti giudiziari
Abuso d'ufficio
Peculato
Rivelazione di segreto d'ufficio
Intercettazioni illecite
Reati informatici
Ricettazione
Vendita di prodotti con marchi contraffatti
Vendita di prodotti in violazione del diritto d'autore
Detenzione di materiale pedo-pornografico
Porto e detenzione abusiva di armi anche clandestine
Immigrazione clandestina ( art.12 c.1 l. 286\1998)
Calunnia ( 368 c.p.)
Omicidio colposo per colpa medica
Omicidio colposo con violazione delle norme sulla circolazione stradale
Truffa comunitaria
Maltrattamenti in famiglia
Incendio e incendio boschivo
Molestie
Traffico di rifiuti
Adulterazione di sostanze alimentari
Somministrazione di medicinali pericolosi
Circonvenzione di incapaci

Il provvedimento permette di sospendere il processo Mills in cui il presidente del consiglio è imputato di corruzione in atti giudiziari

Tutte le sospensioni dovranno essere notificate, e così tutte le relative riaperture, se ci saranno. Con oneri altissimi. Poiché in un anno molti magistrati cambieranno posto o sede, i loro processi dovranno ripartire da capo. Decine di migliaia di parti lese non avranno giustizia.

Tra circa una settimana il provvedimento inzierà il suo iter alla Camera, prima in commissione e poi in aula.
Chi vuole manifestare il suo dissenso ha tempo per prepararsi.


Torna a Piazza del dissenso
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

Decreto legge sulla sicurezza. Empty Re: Decreto legge sulla sicurezza.

Post by Shelby on Wed 25 Jun 2008, 14:25

Da quasi due anni vivo la realtà giudiziaria e le meccaniche dei Tribunali e, sulla base della mia, seppur esigua, esperienza, mi sono convinta che governanti che si permettono di arrivare a tanto per incidere su un unico processo, evidentemente estremamente pericoloso per l'indagato o imputato, non possono avere, nemmeno lontanamente, a cuore l'interesse generale.

Questa non è giustizia e non si parla, qua ed ora, di errori giudiziari, di lesione dei diritti di una parte lesa, non si parla di un singolo caso, si parla di una catastrofe generale, si parla di cambiare la priorità con la quale i magistrati debbono seguire i casi, si tratta di un'ingiustizia così plateale da far sbiancare per la vergogna.

Immaginatevi la faccia di uno che è appena stato condannato definitivamente per bancarotta fraudolenta, per cui non potrà più fare ricorso. Ed adesso immaginatevi la faccia di uno che ha due processi pendenti per sfruttamento della prostituzione. Immaginiamo chi dei due sarà più contento.

I magistrati sono uomini, come tali sbagliano ed è possibile, se un'ordinanza o una sentenza o un decreto, insomma se un provvedimento, non sembra giusto, opporvisi. Questa è giustizia, la possibilità di esser giudicati da un giudice naturale, precostituito per legge, è giustizia; la sicurezza che in grado di appello la causa venga sottoposta al vaglio di un giudice diverso da quello che ha pronunciato la sentenza di primo grado, è giustizia; la possibilità di fare ricorso in Cassazione per violazione di legge, è giustizia.

Sospendere i processi per due anni, per salvare il Premier, giustificandolo con la motivazione che i reati di minore allarme sociale possono essere congelati per due anni, tanto chi se ne frega e poi, così come si nota dall'elenco riportato nell'articolo di Micrcomega, rincomprendervi anche la tanto temuta e deprecata immigrazione clandestina, questa non è giustizia.

Ci dovremmo indignare, dovremmo avere gli occhi rossi per la rabbia, dovremmo reagire.
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

Decreto legge sulla sicurezza. Empty Re: Decreto legge sulla sicurezza.

Post by Ninus on Wed 25 Jun 2008, 16:14

Io sono d'accordo su tutti gli altri reati eccetto sul reato di corruzione in atti giudiziari. Secondo voi riuscirò a far mettere un emendamento ad un deputato del Pdl e ci credete che una volta proposto il parlamento lo approverà (l'emendamento che toglie un solo reato da quel decreto, quello di corruzione in atti giudiziari)?

Paola hai perfettamente ragione. Non c'è nessuna ragione per cui in Danimarca un processo per inadempimento contrattuale viene risolto in 190 giorni ed in Italia ne occorrono 1210.

Ovvero, una ragione c'è, ed è evidente. La classe politica in primis, l'opinione pubblica subito dopo, la cultura generale.
Ninus
Ninus
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 710
Città : natale
Registration date : 2007-12-29

Back to top Go down

Decreto legge sulla sicurezza. Empty Re: Decreto legge sulla sicurezza.

Post by Shelby on Wed 23 Jul 2008, 15:32

Militari, clandestini e processi Ecco il decreto sicurezza

ROMA - Militari nelle metropoli, e poi la stretta contro i clandestini che, se delinquono, avranno pene aggravate. Ma non solo: ergastolo a chi uccide un poliziotto e nessuno sconto a violentatori, pirati della strada ubriachi, trafficanti di droga. E misure dure di lotta alla mafia. Sparisce la contestata norma blocca-processi, introdotta in prima lettura al Senato e sostituita dal governo con la più "leggera" facoltà di rinvio affidata alla discrezionalità dei magistrati. Ecco, nel dettaglio, i contenuti del decreto sicurezza approvato in via definitiva dal Senato senza modifiche rispetto al testo della Camera.

Priorità a processi per reati gravi. Niente più automatica sospensione, ma la semplice facoltà affidata ai magistrati di rinviare (fino a un massimo di 18 mesi) i processi per reati commessi fino al 2 maggio 2006 per i quali ricorrono le condizioni per l'indulto. Così si garantisce una corsia preferenziale ai procedimenti per i reati più gravi. In pratica, avranno priorità assolutà terrorismo, mafia, morti bianche, pirateria stradale e tutti quei processi per delitti puniti con almeno quattro anni di carcere e quelli a carico di detenuti o recidivi. Nei reati indultati si allarga il patteggiamento oltre i termini previsti dal codice. Saranno i capi degli uffici giudiziari, in base alle priorità indicate dalla legge, a stilare un elenco proprio sul quale riferire al consiglio superiore della magistratura e che passerà al vaglio del ministro dell giustizia.

Esercito nelle grandi città. Per un massimo di sei mesi (rinnovabili una tantum) tremila militari potranno essere usati nelle grandi città nella vigilanza di obiettivi sensibili e nel pattugliamento (insieme alla polizia).

Certezza della pena. Niente sospensione del carcere per chi commette atti osceni, violenza sessuale, furto e spaccio e per tutti i delitti aggravati dalla clandestinità. A favore dell'incensurato non scatteranno più in maniera automatica le attenuanti generiche (il giudice valuterà caso per caso). Chi uccide un agente in servizio sarà condannato all'ergastolo.

Processi più rapidi. Per accelerare i processi, il pm avrà l'obbligo (non più la facoltà) di richiedere il rito direttissimo o il giudizio immediato per i reati per i quali sono previsti i riti speciali. In pratica, il rito direttissimo diverrà la regola in relazione a tutte le indagini che non richiedono attività ulteriori. In appello è fatto divieto di patteggiamento.

Aggravante clandestinità. Se chi delinque è un clandestino le pene sono aumentate di un terzo. La nuova aggravante di clandestinità vale per gli extracomunitari ma anche per i cittadini europei entrati irregolarmente.

Giro di vite sulle espulsioni. Ampliati i casi di espulsione su ordine del giudice, mentre i cittadini comunitari potranno essere allontanati se senza reddito o trovati a delinquere. Cala a due anni il limite di pena per l'espulsione (prima era di dieci). A chi viola l'ordine di rimpatrio carcere da uno a quattro anni.

Addio Cpt, arrivano i Cie.
I centri di permanenza temporanea (Cpt) e i centri di permanenza temporanea e assistenza (Cpta) cambiano nome e diventano centri di identificazione ed espulsione (Cie). Infine, se si dichiara falsa identità si rischia dai tre a sei anni di pena.

Carcere a chi lucra su affitti a irregolari. Carcere da sei mesi a tre anni per chi lucra, affittandogli casa o altro immobile, sullo straniero senza permesso di soggiorno. Con la condanna scatta anche la confisca del bene. Da questa norma dovrebbero essere esclusi coloro che ospitano badanti o colf.

Stretta su pirati strada. Chi guida ubriaco o drogato e causa incidenti mortali o feriti gravi rischia il carcere da tre a dieci anni, la confisca del veicolo e il ritiro della patente. Ulteriori inasprimenti sono previsti per chi non si ferma a prestare soccorso e per non si sottopone ai test di controllo.

Più poteri a sindaci e prefetti.
Sul fronte dell'ordine pubblico sindaci e prefetti avranno maggiori poteri e ci sarà più cooperazione tra polizia locale e statale. Tra l'altro, il sindaco segnalerà gli stranieri irregolari da espellere.

Lotta alla mafia (anche straniera). Due anni di carcere in più ai mafiosi, e il reato di associazione mafiosa sarà contestato anche alle organizzazioni criminali straniere. Si contrasteranno in maniera più efficace i traffici illegali, con la confisca dei patrimoni anche post mortem. I mafiosi condannati non potranno più avvalersi del gratuito patrocinio. Infine, più poteri al procuratore nazionale antimafia, che potrà decidere le misure di prevenzione da adottare.

Distruzione merce contraffatta.
Una volta sequestrata, il giudice potrà ordinare la distruzione della merce contraffatta e di quella di cui sia vietata la fabbricazione e la vendita.

Fonte: La Repubblica

Per chi vuole approfondire:
Nuovo decreto legge ormai al varo: la loro sicurezza e l’insicurezza della democrazia.
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

Decreto legge sulla sicurezza. Empty Re: Decreto legge sulla sicurezza.

Post by Sponsored content


Sponsored content


Back to top Go down

Back to top


 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum