Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza?

Go down

Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza? Empty Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza?

Post by Shelby on Wed 02 Jan 2008, 01:16

Non è una notizia dell'ultima ora, ma, purtroppo, rimane comunque una questione aperta ed ancora attuale.
Federico Aldrovandi era un ragazzo di Ferrara, dico era perché Federico è morto. Ancora non si sa perché e non si sa come, anche se qualche dubbio, sospetto, elemento di prova c'è, c'è un processo in atto, ci sono molte testimonianze di persone che hanno visto, manca solo la ragione della sua morte.

Tutto è successo una notte, o meglio una mattina, Federico, tornato a Ferrara dopo aver passato una notte con gli amici a Bologna, decide, salutati gli amici, di tornare a casa a piedi. Le versioni di ciò che è accaduto durante le ore successive sono diverse e contrastanti.
Per velocizzare il racconto, riporto parte dell'articolo su Federico Aldrovandi, preso da "RETI INVISIBILI" :

(la versione della polizia)
Il "contatto" avviene alle 5.47. Una volante sarebbe stata avvertita da una donna abitante in Via Ippodromo, preoccupata dalla presenza di un ragazzo che, forse, camminava in modo strano, forse cantando. Magari farneticava pure, come diranno gli agenti che dicono di averlo fermato e qualche minuto dopo, alle 6.10, avrebbero chiamato il 118.
Otto minuti dopo l'ambulanza lo trova già morto, a terra, con le manette ai polsi, a un passo dal cancello del galoppatoio. Non ci sono i margini per la rianimazione. Qualcosa o qualcuno ha causato l'arresto respiratorio che poi ha bloccato per sempre il cuore del ragazzo che camminava da solo, disarmato, che era incensurato, non stava compiendo alcun reato quella mattina e non aveva mai fatto male a nessuno.
La strada verrà bloccata per più di cinque ore. Nel quartiere si sparge la voce che è morto un albanese, oppure un drogato. O un drogato albanese.

A casa di Federico, alle 8 ci si accorge che il letto è vuoto. Il cellulare squilla invano quando sul display si illumina la parola "mamma". Pochi minuti dopo, quando è il padre a chiamare (ma sul telefonino è memorizzato col nome, Lino), una voce imperiosa intima di qualificarsi e spiega che stanno facendo accertamenti su un cellulare "trovato per strada". Solo verso le 11 si presenta una pattuglia a casa Aldrovandi e annuncia il fatto con poche, pochissime, parole. Lo zio paterno, Franco, 42 anni, infermiere, parte per l'obitorio. In macchina gli spiegano: "Ha preso qualcosa che gli ha fatto male". Ma il viso sfigurato, il sangue alla bocca e un'ecchimosi all'occhio destro fanno venire troppi dubbi. Poi si saprà di due ferite lacero-contuse dietro la testa, dello scroto schiacciato e di due petecchie - due lividi da compressione - sul collo. "Era una furia", ripetono gli agenti e i funzionari accennando a un comportamento autolesionistico del ragazzo. Dicono che avrebbe sbattuto la testa al muro ma non si troveranno mai tracce di cemento sul viso, né di sangue sui muri vicini. [...]

La felpa e il giubbino di quella sera, restituiti alla famiglia, sono intrisi di sangue. Il mattinale domenicale della questura spara subito la tesi del "malore fatale". Le indagini partono dal medico di famiglia a cui verranno chieste notizie sul "drogato", lo stesso si cercherà di fare con i compagni di Federico, convocati dalla narcotici e dalla mobile e torchiati con domande da film di serie B: "Lo sappiamo che siete tutti drogati, diteci dove comprate la roba". Anche a loro la solita versione: Federico sarebbe stato trovato su una panchina, ucciso da uno "schioppone", ossia da un malore.[...]

(notizie successive)

La perizia tossicologica, però, smentisce la polizia. Dovrà essere l'autopsia a chiarire le circostanze. Il rapporto delle volanti svela che quattro agenti sono dovuti ricorrere alle cure del pronto soccorso: due sono usciti con una prognosi di sette giorni, gli altri addirittura di 20. Ma nessuno s'è fatto ricoverare.[...]

Qualcuno ha visto Federico immobilizzato, a terra, col ginocchio di un agente puntato sulla schiena e un manganello sotto la gola mentre l'altra mano del tutore dell'ordine gli tirava i capelli. Il ragazzo sussultava, faceva salti di mezzo metro. A fianco a lui, una poliziotta si sarebbe vantata: "L'ho tirato giù io, 'sto stronzo!". Così avrebbe riferito un testimone, ragazzo sveglio e vivace, si dice, probabilmente immigrato, ma stranamente sparito di fretta dalla città. Anche sua madre ha visto tutto e non solo lei. Gli Aldrovandi sperano che il clamore della notizia su questo e altri giornali faccia tornare la memoria a qualcuno.[...]

Ci sarebbero ancora moltissime cose da dire su questa storia, ma quello che vorrei capire davvero è la ragione di tanta violenza, di tanto odio. Possibile che certe persone siano davvero così crudeli, possano odiare così tanto da arrivare a gesti simili?
Non so che cosa pensare, ma continuo a seguire la questione.

Su Arcoiris c'è l'ultima intervista alla madre, la quale spiega i recenti sviluppi del processo: La morte di Federico Aldrovandi - terza parte.
C'è il sito: Federico Aldrovandi su cui seguire gli sviluppi o, semplicemente, leggere le parole dei genitori.

Buona lettura.
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza? Empty Re: Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza?

Post by Shelby on Fri 04 Jul 2008, 18:56

Dal blog di Federico Aldrovandi:

DAMS - Verità allo specchio, un bel documentario su come sono e stanno andando le cose.

Consiglio di vederlo.
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza? Empty Re: Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza?

Post by Shelby on Fri 04 Jul 2008, 18:59

Un altro caso alla " Aldrovandi" coma ce ne sono ormai troppi in giro:

«Soffocato da 4 poliziotti»

Mi domando davvero se anche questo non ci fà vergognare o non provoca reazioni, siamo davvero così rassegnati?
Questa gente dovrebbe proteggerci, che schifo!
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza? Empty Re: Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza?

Post by Ninus on Sat 05 Jul 2008, 00:07

Questa gente viola i diritti del cittadino! Dove sono i Tribunali, perdio!!!!

Ricordo che in Italia per risolvere una lite riguardo ad un contratto bisogna aspettare in media circa 1200 e rotti giorni contro i 190 della Danimarca ed i poco più di 200 di Svezia, Regno Unito, Idlanda e Finlandia (ed i 300 della Germania).

Amnistie, indulti, amnistie mascherate, prescrizione breve, processilunghissimi.

E' un problema generale, tutti si sentono impuniti ed impunibili.
Ninus
Ninus
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 710
Città : natale
Registration date : 2007-12-29

Back to top Go down

Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza? Empty Re: Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza?

Post by Shelby on Sat 05 Jul 2008, 13:10

Soprattutto chi non è mai punito perché all'interno di un sistema intoccabile.

Ogni qual volta un agente delle Forze dell'Ordine preleva una persona, cittadino italiano o meno, senza spiegare perché lo fà, è una violazione, perché esiste il diritto a sapere per cosa si viene trattenuti o di cosa incriminati.
Non importa che un soggetto sia drogato, sano, brutto, bello, alto o basso nessun agente di polizia, nessun carabiniere, nessuno può violare il diritto o, in questi casi, ammazzare e restare impunito.

Non siamo, né saremo mai un Paese democratico e smettiamola di prenderci in giro.
Shelby
Shelby
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 960
Age : 41
Città : Bologna
Registration date : 2007-12-09

http://essemmesse.blogspot.com/

Back to top Go down

Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza? Empty Re: Federico Aldrovandi, ma perché tanta violenza?

Post by Sponsored content


Sponsored content


Back to top Go down

Back to top


 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum