Would you like to react to this message? Create an account in a few clicks or log in to continue.

I mangia caviale e guida yacht ne vogliono ancora...

Go down

I mangia caviale e guida yacht ne vogliono ancora... Empty I mangia caviale e guida yacht ne vogliono ancora...

Post by Ninus on Sat 19 Apr 2008, 15:18

http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/politica/elezioni-2008-quattro/montezemolo-contro-sindacati/montezemolo-contro-sindacati.html

"No ai professionisti del veto". Luca Cordero di Montezemolo prende i risultati del voto e li usa per attaccare frontalmente il sindacato. Lo fa a Torino intervenendo al convegno biennale della Confindustria: "E' ormai chiaro - dice - che la trincea dei negoziati infiniti, del rifiuto di guardare con occhi obiettivi la realtà e soprattutto in che direzione va il mondo, serve solo e soltanto a difendere una casta di professionisti del veto".

Poi parla apertamente del prossimo governo: "Dopo il voto di domenica si apre davvero una nuova fase. E' importante che la coalizione che ha vinto le elezioni abbia messo in agenda per il primo Cdm la detassazione degli straordinari e del salario variabile. Non si tratta solo di un provvedimento che va nella giusta direzione ed è gradito al lavoratori perché ne vedono i benefici - ha aggiunto - E' anche un'inversione di tendenza di fondamentale portata nel modello di relazioni industriali che noi vogliamo fortemente innovare".

Battute le sinistre ecco che vanno all'attacco i falchi di Confindustria gettano la maschera della concertazione e vanno all'attacco dei sindacati intesi come casta. Ovviamente siamo alla follia.

L'attacco è talmente indecente e da paese incivile che persino la Lega frena:

11:04 Calderoli contro Montezemolo: "Non è l'ora di regolare i conti"

"Voglio fare un forte richiamo al senso di responsabilità a Montezemolo e ai sindacati: le condizioni del Paese non consentono regolamenti di conti o scontri senza prigionieri. Ora facciano tutti un esame di coscienza e diano, per la loro parte, un contributo reale alla ricostruzione di un Paese che in tanti, in primis la classe politica e i suoi sodali, hanno contribuito a distruggere". Lo afferma il Roberto Calderoli, vice Presidente del Senato e coordinatore delle segreterie nazionali della Lega Nord.

le parole di Ferrero sono chiare:

11:59 Ferrero: "Montezemolo vuole distruggere il sindacato"

"Montezemolo punta alla frammentazione del mondo del lavoro in modo da poter ricattare i lavoratori azienda per azienda. Questa è la logica di Montezemolo che si sposa con la logica di Berlusconi che vuole sostanzialmente smontare il contratto nazionale di lavoro. E io credo che ci sia un legame: hanno lavorato a distruggere la politica sul piano politico e adesso lavorano a distruggere il sindacato". Lo ha detto il ministro della Solidarietà Paolo Ferrero.

Il problema, devono capire i "capitani" di Confindustria sono proprio loro. La spiegazione è semplice:

1) L'Italia è nell'euro che è guidato dal sistema franco-tedesco. La Germania e la Francia (quest'ultima un po' meno) assieme ai Paesi Bassi e Danimarca (che ha ancora la corona danese ma il cambio con l'euro è fisso) possono permettersi un cambio forte perchè sono specializzati in produzioni hi-tech e di meccanica avanzata.

2) Il problema dell'Italia è che ha una struttura delle esportazioni vecchia, forte in settori come l'abbigliamento, le produzioni a basso contenuto di capitale umano che sono esposte alla concorrenza delle economie "emergenti" e quelle già emerse.

3) Il problema non è aumentare gli straordinari, aumentare i ritmi di lavoro, aumentare la produttività fisica oraria. In Cina prendono uno stipendio che è dalle 8 alle 10 volte inferiore al nostro! Non si può competere radendo al suolo il contratto nazionale di lavoro (per quelli a tempo indeterminato) e fare leva sulla precarietà per abbassare i salari ed aumentare i ritmi di lavoro. Non ci si arriva, si perde!!!!

4) Si devono mettere in testa che comunque i lavoratori dal 1992 hanno già dato! La "politica dei redditi" è andata a vantaggio dei profitti. Cosa è successo? Un bel nulla, sempre forti in produzioni, scusatemi le parole, di merda. Dove cavolo li hanno investiti?

A questo punto sono d'accordo con i Ferrero, con i socialdemocratici di sinistra. Se si danno i salari bassi alle imprese (con politiche dei redditi, abolizione contratto collettivo nazionale, pecarietà) queste non sono incentivate a cambiare, sono drogate! Bisogna aumentare i salari anche contro la cosiddetta "compatibilità" e "competitività" per spingere le imprese ad investire altrove e trasformare la struttura produttiva.

Basta, i lavoratori hanno dato ed i Montezemolo si sono cullati ed hanno oziato. Non si può lavorare 12 ore al giorno, se lo mettano in testa questi fannulloni!

Ci vorrebbero politiche tutt'altro diverse:

- tassazione redditi alti per evitare i dividendi d'oro (piazza affari ha i maggiori dividendi d'Europa, quindi i minori investimenti relativi) ripristinando la progressività, arrivare ai livelli dei paesi scandinavi o di Germania e Francia
- detassazione investimenti in produzioni hi-tech
- distretti industriali per piccole e medie aziende per creare centri di ricerca
- abbandonare totalmente la precarietà, la distruzione del contrato collettivo di lavoro ed in generale dei diritti dei lavoratori e tassare gli straordinari, bisogna aumentare il Pil pro capite prodotto, e ciò si fa producendo beni di alta fascia

in sostanza, usare il bastone e la carota... in Italia manca il bastone per gli imprenditori e gli si danno solo carote....
Ninus
Ninus
Cazzone impermeabile
Cazzone impermeabile

Number of posts : 710
Città : natale
Registration date : 2007-12-29

Back to top Go down

Back to top


 
Permissions in this forum:
You cannot reply to topics in this forum